S.piculus simplex

[dell’ordine dei piciformi]

Capire dove siamo dona equilibrio anche se non sempre è facile.
Qualche domanda aiuta, soprattutto se rivolta a noi stessi, meglio se fatta davanti a uno specchio dove i riflessi mentono solo nei gesti.

Ma uno specchio intero può essere troppo grande e noi potremmo non sopportare tutto quello che vuole mostrarci. E’ opportuno quindi utilizzare uno spicchio e guardarsi un pezzo per volta.

La verità rimane sempre dall’altra parte

[questa è la regola]

Costruire uno spicchio è davvero semplice, serve un po’ di cartone, la propria matita preferita, un righello, un taglierino e se ancora l’avete un compasso.

Cliccare su ogni immagine per visualizzare le istruzioni complete.

 
Materiale occorrente

Materiale
E’ molto importante cercare del cartone abbastanza rigido e facile da tagliare. Quello delle scatole da imballaggio che può fornirvi il vostro alimentari di fiducia è perfetto.

Taglio del cartone

Taglio
Ritagliare il cartone con precisione propria in una forma semplice che non distragga troppo lo sguardo e abbastanza grande da coprire uno specchio.

 
Disegno

Disegno
Tracciare sul cartone la forma di una piccola fetta di torta. La linea curva può essere realizzata con un compasso, uno spago oppure a mano libera.

Ritaglio

Ritaglio
Utilizzare una lama molto affilata per tagliare con cura le linee tracciate. Porre particolare attenzione alla curva e al vertice.

Bambini: fatevi aiutare da un adulto
Adulti: fatevi seguire da un bambino con cerotti

Lo spicchio è pronto

Lo spicchio è pronto!
Mettersi davanti a uno specchio, decidere da dove cominciare, avvicinare lo spicchio allo specchio e osservare i piccoli riflessi di noi stessi.

 

L’altra parte

[questi siamo noi]




 

Ci riconosciamo anche a spicchi?

Creative Commons (CC) TuttoScatta.org 2017 - Nota legale - Privacy - Cookie - Crediti